21 Giugno 2016 – Chiusura della mostra Starlight. La nascita dell’Astrofisica in Italia

starlight1

Martedi’ 21 giugno e’ l’ultimo giorno in cui e’ possibile visitare la mostra Starlight. La nascita dell’Astrofisica in Italia.
Eccezionalmente l’ingresso sara’ possibile dalle 9.30 alle 16.30, prenotando al numero 3939039665 o contattando info@sciencejoy.it
Anche i turisti in visita al Palazzo dei Normanni avranno la possibilita’ di accedere liberamente alla mostra.

Vi ricordiamo che STARLIGHT e’ una mostra interamente ideata e finanziata dall’Istituto Nazionale di Astrofisica, per valorizzare e far conoscere il patrimonio storico-scientifico dell’astronomia italiana, conservato presso gli Osservatori astronomici, ognuno dei quali ha curato una diversa sezione.
Nelle cinque sezioni della mostra sono esposti – in molti casi per la prima volta – strumenti scientifici, libri e documenti d’archivio che testimoniano l’importante contributo che nella seconda meta’ dell’Ottocento gli astronomi italiani diedero alla nascita dell’Astrofisica grazie all’uso di metodi spettroscopici e tecniche fotografiche. La peculiarita’ della mostra Starlight e’ quella di essere una ‘mostra diffusa’, alla quale partecipano cinque osservatori in tutta Italia:
Osservatorio Astrofisico di Arcetri: ‘Le origini dell’€™astrofisica a Firenze’
Osservatorio Astronomico di Capodimonte: ‘L’€™eclisse totale di sole del 1870’
Osservatorio Astronomico di Roma Monte Porzio Catone: ‘Roma, capitale dell’astrofisica’
Osservatorio Astronomico di Palermo: ‘Lo sviluppo della fisica solare’
Osservatorio Astronomico di Padova: ‘Una societa’ scientifica italiana per l’€™astrofisica’

L’Osservatorio di Palermo ha curato la sezione ‘Lo sviluppo della fisica solare’, esposta nella suggestiva Chiesa di S. Maria delle Grazie (cripta della Cappella Palatina, Palazzo Reale).
Tutte le sezioni di STARLIGHT ospitate nelle diverse citta’ sono fruibili in modo virtuale sul sito: www.starlight.inaf.it.

Ingresso: L’€™ingresso alla mostra e’ possibile soltanto negli orari concordati, dall’ingresso carraio di Piazza Indipendenza, dove due referenti dell’Osservatorio Astronomico raggrupperanno i visitatori e li accompagneranno nel percorso.
Per motivi di sicurezza i visitatori dovranno passare dai controlli di sicurezza di Palazzo dei Normanni.

A causa della presenza di insormontabili barriere architettoniche, l’accesso non e’ possibile a chi ha problemi di deambulazione.