Scoperta la sala da pranzo di Nerone

Stavolta sembra certo: gira la notizia che sarebbe stata individuata la sala da pranzo di Nerone .
Il giornale “La Nuova Sardegna” recita: “Una stanza rotante che imitava il movimento della terra, con il pavimento poggiato sull’acqua, per riflettere la smania di potenza di Nerone ‘Helios’ (ma altre fonti parlano di un pavimento di legno girevole).

Una sorta di “salotto girevole” attraverso cui l’ imperatore sfoggiava ai suoi ospiti Roma a 360 gradi. La stanza, coenatio rotunda descritta da Svetonio, girava giorno e notte su se stessa imitando il movimento della terra. E i soffitti «erano fatti di tavolette d’avorio mobili, percorsi da tubazioni, per poter lanciare sui commensali fiori o profumi». Racconta Françoise Villedieu, l’archeologa dell’École Française che dall’85 scava sul Palatino: «Che emozione quando a fine luglio ci siamo trovati di fronte il cilindro centrale della struttura di sostegno, probabilmente il fulcro della “macchina rotante”.