Dormite male e poco? Allora siete destinati ad ingrassare!

Ecco un modo perfetto che potrebbe piacere a tutti per dimagrire: fare un pisolino. Questo è il messaggio che possiamo trarre dal lavoro di Sanjay Patel, ricercatore alla Case Western Reserve University di Cleveland, Ohio. Il suo studio ha monitorato più di 68.000 donne scoprendo che coloro che dormono meno di 5 ore per notte accumulano più peso rispetto a quelli che dormono 7 ore o più. In pratica, effettuando tutte le dovute analisi anche per gruppi distinti, Patel ha scoperto che le donne che dormono 5 ore o meno possono guadagnare anche 0,7 kg mediamente in più, a parità di organismo, dieta giornaliera ecc.

Ma Patel non è il solo a pensarla così; Eve Van Cauter, professoressa di medicina all’Università di Chicago, qualche tempo fa aveva dichiarato: ”sospettiamo che, poiché il cervello si alimenta di glucosio, questo cerca di compensare con il consumo di carboidrati le difficoltà dovute alla carenza di sonno”. A differenza di quello della Van Cauter e di altre ricerche sul tema, però, lo studio di Sanjay Patel associa la tendenza ad ingrassare ad un rallentamento del metabolismo basale, ovvero la quantità di calorie bruciate quando si stà a riposo. Secondo il ricercatore della Case Western Reserve University, dunque, l’organismo tende ad abituarsi a consumare meno calorie e, di conseguenza, a diminuire il proprio fabbisogno di cibo.

A quanto pare l’argomento è più dibattuto di quel che sembra. Kristen Hairston e colleghi della Wake Forest University nel North Carolina, hanno monitorato 1.100 africani e ispanici americani per cinque anni. Entrambi i gruppi sono stati scelti tra persone ad alto rischio di disturbi legati all’obesità. Ebbene le persone sotto i 40 anni  che dormivano meno di 5 ore a notte sono aumentati di 1,8 chilogrammi in più rispetto a chi ha dormito per 6 o 7 ore. Inoltre sul primo gruppo si è potuto rilevare un aumento di grasso viscerale, accumulatosi attorno agli organi interni, cosa ovviamente particolarmente pericolosa per la salute.