Viaggio al centro della nostra galassia (video)

Il centro galattico
Il centro galattico

di Aldo Gagliano

Scrutando in profondità nel cuore della nostra galassia, la Via Lattea, la NASA/ESA Hubble Space Telescope rivela un ricco arazzo di più di mezzo milione di stelle. A parte poche stelle blu in primo piano, quasi tutte le altre nella foto sono membri dell’ammasso stellare nucleare Via Lattea, il più denso e più massiccio ammasso della galassia. Nascosto nel centro del cluster vi è un buco nero supermassiccio.

Il centro della Via Lattea, a 27 000 anni luce di distanza nella costellazione del Sagittario , è un luogo molto affollato. Questa regione è talmente fitta che equivarrebbe ad avere un milione di stelle stipate nel volume di spazio tra noi e Alpha Centauri, che si trova 4,3 anni luce di distanza. Questo ammasso stellare nucleare circonda il centro supermassiccio della Via Lattea conosciuto come Sagittarius A , che da solo rappresenta circa quattro milioni di volte la massa del Sole

Sagittarius A  non è l’unico mistero in agguato in questa parte della galassia. Il centro affollato contiene numerosi oggetti che sono nascosti da spesse nubi di polvere del disco della galassia. Per capire veramente la parte centrale della nostra galassia gli astronomi usano la visione a raggi infrarossi del telescopio Hubble riuscendo a scrutare attraverso questa polvere oscura. Per rivelare l’immagine in tutta la sua bellezza gli scienziati hanno poi assegnato colori visibili alle diverse lunghezze d’onda della luce infrarossa, invisibile agli occhi umani.

Le stelle blu dell’immagine sono stelle di primo piano, e sono più vicine alla Terra rispetto all’ammasso stellare nucleare, mentre le stelle rosse o sono dietro o sono dentro la polvere stessa. Alcune nubi estremamente dense di gas e polvere risultano scure nello sfondo luminoso delle stelle. Queste nubi sono così fitte che anche con gli infrarossi di Hubble non si è in grado di penetrarle. Oltre alle stelle nascoste dalla polvere gli astronomi stimano che ci sono circa 10 milioni di stelle troppo deboli per vedersi, anche per il telescopio spaziale Hubble.