Samsung: Galaxy Note 7 vietato in tutto il mondo

galaxy-note-7

Il Note 7 della Samsung è potenzialmente tanto pericoloso da dover essere vietato. Sono intervenute sia l’autorità per l’aviazione USA sia quella Europea per esplicitare il divieto assoluto di volare con in tasca questo smartphone acceso o in carica. E in precedenza numerose compagnie in tutto il mondo. Ecco i dettagli.

Samsung Note 7: il paradosso dello “svantaggio della prima mossa”
Quando si dice che il “vantaggio della prima mossa” è sempre un punto a favore nei regimi di concorrenza aperta, si dà per inteso che quella prima mossa sia una mossa “ben assestata”.

Il caso del Note 7 è emblematico del potenziale rischio di un effetto contrario. Quando Samsung ha dovuto valutare se mettere sul mercato il suo prodotto di punta di questo periodo – in anticipo rispetto all’iPhone 7 – non ha evidentemente valutato adeguatamente i rischi di lanciare un prodotto non sufficientemente ottimizzato e qualitativamente testato a dovere. Oggi lo smartphone, dopo avere ricevuto espressi divieti dalle autorità per l’aviazione statunitense ed europea, è a rischio di ritiro dal mercato, con danni economici per la multinazionale ben superiori a quello che sarebbe costato ritardarne la commercializzazione. Danni che potrebbero anche concretizzarsi in costose class action.

La nota delle autorità dell’aviazione contro il Note 7
L’EASA, agenzia europea per la sicurezza aerea è stata la seconda in ordine di tempo – dopo l’agenzia USA – ad aver diramato una nota perentoria: i passeggeri e i membri dell’equipaggio devono tenere “i dispositivi spenti, non metterli in carica quando si è a bordo e di non spedirli con il bagaglio“. Ai passeggeri viene ricordato di “informare l’equipaggio quando un telefono è rotto, surriscaldato, produce fumo, viene perso o finisce nelle intercapedini del sedile“.

Come si intende e come sa chiunque sia salito su un aereo, è del tutto inusuale che le autorità vietino l’utilizzo di un singolo modello arrivando a specificarne la marca. Nei giorni precedenti, tuttavia, anche le compagnie australiane Qantas Jetstar e Virgin Australia avevano dato la stessa comunicazione. Il ministero dei Trasporti giapponese intanto raccomandava di non accendere gli smartphone sugli aerei, né di lasciarli nei bagagli da stiva. Anche l’aviazione indiana si è adeguata con una nota nella quale “Si richiede al pubblico viaggiatore e alle compagnie aeree di non accendere o caricare questo telefono a bordo dei velivoli“.

Samsung brucia 10 miliardi in borsa: la punta dell’iceberg?
Come era prevedibile il titolo Samsung tracolla, 10miliardi in pochi giorni la perdita registrata.
Ma ancora si è solo alla unta di un iceberg che ha tutta l’aria di essere ben più profondo di quanto si pensi. Dalla compagnia coreana la comunicazione rispetto alla spedizione dei nuovi Note 7: “Abbiamo in programma di accelerare le spedizioni dei nuovi smartphone Galaxy Note 7 a partire da questa settimana, attenuando gli eventuali problemi di sicurezza e riducendo gli eventuali disagi per i nostri clienti“.

fonte: la legge per tutti.it